Archivi della categoria: News

Buone pratiche per la tutela dei minori e delle persone vulnerabili

Si è svolto ieri pomeriggio presso l’Auditorium Porta d’Oriente di Otranto un incontro sulle 𝐛𝐮𝐨𝐧𝐞 𝐩𝐫𝐚𝐭𝐢𝐜𝐡𝐞 𝐩𝐞𝐫 𝐥𝐚 𝐭𝐮𝐭𝐞𝐥𝐚 𝐝𝐞𝐢 𝐦𝐢𝐧𝐨𝐫𝐢 𝐞 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐞 𝐩𝐞𝐫𝐬𝐨𝐧𝐞 𝐯𝐮𝐥𝐧𝐞𝐫𝐚𝐛𝐢𝐥𝐢, in cui sono state evidenziate le linee guida della Conferenza Episcopale Italiana del 24 giugno 2019.

Ha affrontato l’argomento S.E. Rev.ma Mons. Vincenzo Pisanello, Vescovo referente per la tutela dei Minori della CEP, il cui intervento è stato introdotto da Padre Francesco Neri: “Un incontro su un tema molto delicato e sensibile. La Chiesa italiana adesso chiede che tutti gli operatori ecclesiali, non solo il clero, siano istruiti sulle buone pratiche nel rapporto con i minori e le persone vulnerabili. La nostra arcidiocesi si sta muovendo in questa direzione”.

Mons. Pisanello ha evidenziato cosa bisogna o non bisogna fare all’interno degli ambienti ecclesiali per tutelare le fasce deboli: “Più che tutela vorrei usare un’altra parola, cura. Papa Francesco ha chiesto a tutte le diocesi di istituire un ufficio ecclesiastico per la tutela dei minori e delle persone vulnerabili, novità assoluta questa. La Chiesa vuole imparare dagli errori del passato e ha elaborato alcuni principi-guida. Tutta la comunità deve sentirsi coinvolta, ascoltare, accogliere e accompagnare le vittime. È necessario attivare un processo di responsabilizzazione comunitaria e formare gli operatori pastorali”.
“Il minore deve essere messo al centro. Non solo oggetto dell’azione pastorale, ma deve essere soggetto attivo di una relazione di cura e di accompagnamento che lo vede protagonista”, ha proseguito Mons. Pisanello. “Ognuno di noi deve trattare i minori con rispetto, fornire loro modelli sempre positivi di riferimento, educarli e tutelarli in ogni situazione, rispettando la loro sfera di riservatezza e intimità. I genitori vanno poi sempre informati, coinvolti nelle attività riguardanti i loro figli”.

Dall’incontro è emerso con forza che è importantissimo il valore educativo di
ciascuna figura pastorale. Tutti hanno un compito e una valenza educativa nei
confronti dei più piccoli e vulnerabili, tutti sono responsabili del loro benessere e della loro crescita.

I marzo in preghiera

Oggi, 1° marzo, aderendo all’iniziativa del Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa (CCEE), le comunità ecclesiali si sono ritrovate per celebrare una Messa per l’attuale Sinodo e per le vittime delle guerre in Ucraina e in Terra Santa.
E anche Padre Francesco Neri ha celebrato una Santa Messa alle 6.30 nella Cappella dei Martiri della Cattedrale di Otranto.
In preghiera oggi affinché si costruiscano legami di pace e i popoli della Terra Santa, dell’Ucraina e di tutte le terre martoriate dalla guerra non perdano mai la speranza.

Commento al Vangelo della Domenica

Le buone pratiche per la tutela dei minori

Incontro di formazione

Giovedì 29 febbraio si svolgerà un incontro sulle buone pratiche per la tutela dei minori presso l’Auditorium Porta d’Oriente di Otranto alle ore 18:30. Con la partecipazione di S.E. Rev.ma
Mons. Vincenzo Pisanello, Vescovo referente per la tutela dei Minori della CEP.

Adorazione Eucaristica per le Vocazioni

Un altro appuntamento promosso dal Centro Diocesano Vocazioni interessa, in modo particolare, tutte le parrocchie della Vicaria di Castro per vivere insieme un’ora di Adorazione eucaristica, con la presenza del nostro Arcivescovo, chiedendo al Signore il dono di vocazioni al servizio della nostra Chiesa.
Ci ritroveremo a Marittima, presso la parrocchia San Vitale Martire, venerdì 23 febbraio p.v. alle ore 18.30.

Spettacolo teatrale

Io esisto ogni giorno

Un progetto non nasce mai da solo, ma è sempre il frutto di un intreccio di desideri.
Ed è esattamente così che nasce Comunicaritas, in una sera d’inverno, in una piccola stanza riempita di volti e di sorrisi, in un miscuglio di cuori che battono a ritmi diversi, ma che suonano la stessa melodia.
Comunicaritas ha, più o meno, le sembianze di un neonato – piccolo e indifeso – che non comprende subito il mondo in cui è stato catapultato: pertanto é confuso, é distratto dai rumori di sottofondo, ma poi è l’abbraccio materno che mette in pausa ogni paura.
Quell’abbraccio confortevole che il bambino trova nelle braccia sicure della madre, Comunicaritas lo trova nel gruppo di suore alcantarine che hanno fatto dell’amore la loro missione di vita.
Parte proprio da loro questo bellissimo viaggio che ha raggiunto mete meravigliose e coinvolto magici passeggeri, i quali hanno messo a disposizione il loro biglietto di vita per far viaggiare gli altri.
Durante questo cammino abbiamo incontrato e ascoltato ragazzi e ragazze testimoni della tratta, della guerra, nonché vittime di soprusi, di ingiustizie e di abbandoni inconsolabili che hanno segnato e cambiato la loro esistenza per sempre.
Abbiamo preso spunto dal loro coraggio e abbiamo scritto, riscritto, disegnato, provato e riprovato, ma la pandemia ha interrotto tutto il bello che stava per nascere.
E oggi, a distanza di anni, ci ritroviamo qui – esattamente dove tutto é iniziato – forse un po’ diversi, senz’altro rinnovati e con nuovi volti altrettanto belli, tutti accumunati dallo stesso bagaglio: l’entusiasmo.
“Io esisto ogni giorno” é la prima fermata dello spettacolo, in cui va in scena la storia di una delle tante ragazze cadute nell’inganno della prostituzione. Promesse non mantenute, voglia di rinascita e un sogno nel cassetto caratterizzano questo primo quadro ambientato proprio sulla strada, purtroppo divenuta dimora di tante, ma anche un’opportunità per andare via lontano ed abbracciare i propri sogni.
Eccolo qui, Comunicaritas, divenuto uno strumento necessario per dare voce a chi l’ha perduta, ma non per questo meno degno di essere ascoltato;
Eccolo qui, Comunicaritas, che non mette in scena soltanto uno spettacolo, ma racconta – nonostante tutto – lo spettacolo della vita.

Seminario etico sociale

Seminatori di speranza. Formazione e lavoro

Cresce il Pil regionale mentre vediamo andare via negli ultimi cinque anni 100 mila persone: quale il nodo della questione? Nessun settore dell’economia pugliese potrà trovare una via alla sua crescita strutturale senza affrontare il tema della formazione.
Ecco allora che la comunità ecclesiale si ferma insieme invitando le scuole e gli amministratori locali e inaugura un dialogo con la massima istituzione formativa del territorio, l’Università del Salento.
L’appuntamento annuale del Seminario di formazione etico sociale vede quest’anno il dialogo tra Padre Francesco Neri e il rettore di Unisalento il prof. Fabio Pollice per essere insieme SEMINATORI DI SPERANZA.
Al dialogo seguiranno le testimonianze, i semi concreti di speranza ben piantati nel terreno reso fertile dalla formazione e dal lavoro, scopriremo come è possibile creare lavoro e dare lavoro, rifletteremo sui settori e sulle opportunità.
Il 4 marzo presso l’Auditorium Porta d’Oriente alle ore 18:30.

Lettera ai fedeli per la Quaresima 2024

“E voi siete tutti fratelli”

Padre Francesco con la Lettera ai fedeli per la Quaresima 2024 dal titolo “E siete tutti fratelli” torna sul tema della fraternità quale “cuore del Vangelo”. Egli suggerisce a “vivere la Quaresima come un cammino di conversione alla fraternità, attraverso i tre sentieri della preghiera, del digiuno e della misericordia” come atteggiamenti da vivere da figli e da fratelli.

“E siete tutti fratelli” – Lettere ai fedeli per la Quaresima 2024

Holyland – verso Gerusalemme

Sussidio Quaresima/Pasqua 2024

Scarica i sussidi in Pdf

Quaresima 2024

Sussidi dagli uffici Pastorali