Archivi della categoria: articoli

In quest’ora delicatissima della storia

 

La Preghiera dell’Arcivescovo

 

In quest’ora delicatissima della storia,

con fede viva e speranza certa,

Ti chiediamo, Padre,

di allontanare da noi questo calice.

Ci fa male vedere le strade deserte,

le scuole chiuse, le chiese vuote, molti lavori fermi.

Ci addolora essere aggiornati ogni giorno

sull’epidemia che avanza spietata

e della morte di tanti nostri fratelli.

Ma con Gesù, tuo figlio e nostro fratello,

Ti ripetiamo, Padre, “non la nostra, ma la Tua volontà”:

quella che rende bello il generoso ed instancabile

servizio degli operatori sanitari;

quella che illumina il viso di chi,

pur colpito dalla malattia, continua a sperare in Te;

quella che rende preziose ai tuoi occhi

le tante preghiere nascoste e l’offerta di tanti sacrifici;

quella che consacra dentro le mura domestiche

quei legami che ci rendono più forti e sereni.

Santi Martiri di Otranto,

con la vostra intercessione

aiutateci a vincere tutte le forme di paura e di egoismo

che, prima ancora del nostro corpo,

abbattono la nostra anima;

il passaparola del vostro sì sul Colle

trovi eco nella nostra unanime e rinnovata

confessione di fede.

Maria, Madre nostra,

Tu che sei accanto a ogni tuo figlio

e che conosci il cuore di ognuno,

prega per noi,

sostienici in questo momento

e indicaci con i tuoi occhi fiduciosi

lo sguardo di Colui che, inchiodato

sulla croce di tutti coloro che soffrono,

continua a donarci il suo Amore

e a chiederci il nostro.

Amen

 

 

✠ DONATO NEGRO

Arcivescovo

 

 

 

 

Invito alla responsabilità

Coronavirus: Comunicato dei Vescovi delle Diocesi di Puglia

 

Cari presbiteri e fedeli tutti,

in questo delicato momento storico è un dovere per noi Arcivescovi e Vescovi delle Diocesi di Puglia, invitare alla responsabilità di fronte al dilagare del COVID 19.

 

Accogliamo quanto il Presidente del Consiglio ha stabilito nel Decreto del 8 marzo u.s. (DPCM 8/23/2020, art. 2, comma v), nel quale tra l’altro, ha prescritto per tutto il territorio nazionale che «L’apertura dei luoghi di culto è condizionata all’adozione di misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi, e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro; sono sospese le cerimonie civili e religiose, ivi comprese quelle funebri».

 

Nella stessa data di domenica 8 marzo, la Conferenza Episcopale Italiana ci comunicava che «L’interpretazione fornita dal Governo include rigorosamente le Sante Messe e le esequie tra le “cerimonie religiose”. Si tratta di un passaggio fortemente restrittivo, la cui accoglienza incontra sofferenze e dififcoltà nei Pastori, nei sacerdoti e nei fedeli. L’accoglienza del Decreto è mediata unicamente dalla volontà di fare, anche in questo frangente, la propria parte per contribuire alla tutela della salute pubblica».

 

Recependo queste istanze necessarie ad evitare un’ulteriore estensione del contagio, i Pastori delle Chiese di Puglia ribadiscono che fino al 3 aprile p.v.:

  • non siano celebrate Sante Messe festive e feriali con la partecipazione del popolo. I presbiteri celebrino l’Eucaristia in privato ed invitino i fedeli a pregare personalmente o in famiglia, meditando la Parola di Dio;
  • non siano celebrati funerali in chiesa e si benedica la salma del defunto direttamente al cimitero con le preghiere rituali dell’“l’ultima raccomandazione e commiato”;
  • le chiese rimangano aperte per la preghiera personale. Si garantisca ai fedeli la possibilità di tenere la distanza di almeno un metro l’uno dall’altro;
  • siano sospese le feste patronali, le processioni, le stazioni quaresimali e qualsiasi altra manifestazione.

 

Nel dare queste norme siamo consapevoli di invitare il popolo di Dio ad un “digiuno” forzato dall’Eucaristia, ma siamo anche fiduciosi che non mancherà a nessuno il nutrimento della Parola di Dio e della preghiera personale e che questo grande sacrificio potrà contribuire a tutelare la salute di tutti i cittadini.

 

Mentre siamo vicini a quanti stanno soffrendo per la perdita di una persona cara o sono stati colpiti dal coronavirus, esprimiamo apprezzamento e sostegno al personale sanitario che in queste ore si sta spendendo generosamente nella cura dei malati.

 

Il Signore sostenga il suo popolo nella prova per intercessione della Beata Vergine Maria Regina Apuliae.

 

9 Marzo 2020


Arcivescovo di Otranto

COVID-19: come comportarsi.

Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica.

Comunicazione al Clero dell’Arcidiocesi di Otranto

In riferimento al decreto-legge del Consiglio dei Ministri del 23 febbraio sc, n 6 recante <Misure urgenti in materia di contenimento e gestione del’emergenza epidemiologica da COVID-19> e alle indicazioni del Comitato tecnico scientifico del 2/4 marzo sc.;

accogliendo le indicazioni del “Comunicato stampa” dell’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali della CEI e quelle della Conferenza Episcopale Pugliese;

si stabiliscono le seguenti indicazioni:

  • Non sospendere le Celebrazioni Eucaristichegli incontri di preghiera che caratterizzano il tempo quaresimale;
  • evitare lo scambio della pace durante la messa;
  • distribuire la Comunione ai fedeli solo sulle mani;
  • svuotare le acquasantiere presenti nelle chiese;
  • interrompere la catechiesi dell’iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi e le attività degli oratori parrocchiali fino al 3 aprile pr.;
  • rimandare le celebrazioni delle Sante Cresime, previste dal calendario della Segreteria arcivescovile fino al 15 marzo;
  • annullare l’incontro di preghiera con gli adolescenti, previsto per il 12 marzo nella parrocchia “Maria Ss. Immacolata” a Maglie;
  • rimandare la GMG diocesana del 21 marzo pr. a data da stabilirsi;
  • rimandare la visita agli ammalati del primo venerdì del mese di marzo da parte dei sacerdoti e anche quelle degli accoliti o dei ministri della Comunione;
  • ridurre le tradizionali “Tavole di San Giuseppe” alla sola dimensione familiare;
  • evitare di porgere le condolianze al termine della celebrazione dei funerali e degli ottavi o trigesimi;
  • per ogni manifestazione religiosa esterna (vie crucis e processioni) ottenere prima le autorizzazioni previste dalla normativa vigente;
  • rimandare sempre alle misure igienico-sanitarie, previste dal protocollo del Governo.

 

– Si chiede ai Reverendissimi Sacerdoti e a tutti gli operatori pastorali un atteggiamento di intelligente prudenza e di fraterna vicinanza ai fedeli che vivono in questo momento un comprensibile stato di disorientamento.

– Si ricorda che scelte diverse e meno rigide da quelle previste dal Consiglio dei Ministri, dalla CEI e dalla CEP potrebbero creare facili e reali occasioni di contagio e potrebbero essere sottoposte al Codice Penale nei confronti di chi ne ha creata l’occasione.

– In attesa di possibili ulteriori aggiornamenti, che ci si augura meno restrittivi, rimangono in vigore per tutte le comunità della Diocesi di Otranto le indicazioni date in data ordierna.

 

Otranto, 05 marzo 2020

✢ DONATO NEGRO Arcivescovo

NORME_PER_CORONAVIRUS


Ufficio Catechistico

#versoGerusalemme

Proposta di un’esperienza di vita alla luce della fede nel Cristo morto e risorto

#versoGerusalemme non è solo il titolo di un percorso di catechesi per il tempo di Quaresima, ritmato da ricorrenze bibliche e simboliche che si trovano nella liturgia di questo tempo forte dell’anno liturgico. Non è neppure solo un itinerario geografico, da percorrere idealmente per i luoghi della Terra di Gesù, che ci conduce dal deserto fino alla città santa, dove si compie il mistero pasquale di morte e risurrezione.

#versoGerusalemme è, piuttosto, la proposta di un’esperienza di vita alla luce della fede nel Cristo morto e risorto, vero uomo e vero Dio, a partire dalle narrazioni evangeliche della liturgia delle domeniche di Quaresima e dalla menzione e conoscenza dei luoghi geografici in cui Gesù ha gradualmente disvelato il suo mistero lungo il suo tragitto, introducendovi tutto l’uomo. In definitiva, nelle pagine che stai per leggere si propone di vivere la Quaresima – preparandosi così alla celebrazione della Pasqua 2020 – come un cammino interiore, fatto di luoghi e passaggi esistenziali. Un viaggio per i luoghi geografici e, in essi, un percorso per i più delicati e importanti passaggi della spirito, verso la luce della Pasqua.

In concreto, l’itinerario #versoGerusalemme si apre con una celebrazione per il Mercoledì delle ceneri, che pone l’accento su ciò che muove il cuore, ossia sul motore interiore di tutto il cammino.

Percorso

Via Crucis

pieghevole

 


Monastero delle Clarisse di Otranto

Verso la Pasqua

Amatevi gli uni gli altri - Gv 13,34

In preparazione alla Pasqua, presso il Monastero delle Clarisse di Otranto si terranno degli incontri di preghiera.

PROGRAMMA

4 Marzo h 19:00
Adamo, dove sei?
Dio continua a cercarci.
Don Maurizio Tarantino
11 Marzo h 19:00
Dov’è Abele, tuo fratello?
Responsabile di ogni altro.
Don Paolo Congedi
18 Marzo h 19:00
Gesù prende con sé Maria…
Dal giudizio all’accoglienza incondizionata.
P. Alfonzo Polimena ofm
25 Marzo h 19:00
Maria dice: Fate ciò che dirà
Maria attenta al momento presente.
Don Tiziano Galati
1 Aprile h 19:00
Li amò sino alla fine
Donarsi sempre come Gesù.
Don Giuseppe Mengoli

 

Locandina Quaresima 2020


42° Giornata per la Vita

Aprite le porte alla vita

Messaggio dei Vescovi

Domenica 2 febbraio si è celebrata la 42° Giornata per la Vita.

La vita non è un oggetto da possedere
o un manufatto da produrre,
è piuttosto una promessa di bene,
a cui possiamo partecipare,
decidendo di aprire le porte.
– Dal Messaggio dei Vescovi

 

Incontri di approfondimento

Il testamento spirituale di Gesù nel Vangelo di Giovanni

Settimana Biblica

Dal 18 al 20 febbraio 2020, in occasione della Settima Biblica, avranno luogo gli incontri sul tema Il testamento spirituale di Gesù nel Vangelo di Giovanni.

Gli appuntamenti si terranno dalle ore 18:30 alle 20:00 presso l’Auditorium Porta d’Oriente di Otranto e saranno a cura del relatore don Giorgio Zevini, sacerdote salesiano e docente emerito di Nuovo Testamento presso l’università Pontificia Salesiana.

I destinatari sono

  • Presbiteri, Religiosi/e, Diaconi Permanenti;
  • Lettori, Accoliti e Ministri istituiti;
  • Catechisti e Docenti di religione;
  • Gruppi famiglia e gruppi di adulti;
  • Associazioni e Movimenti ecclesiali;
  • Laici adulti alla ricerca della Parola di Verità.

 

Preparazione Quaresima 2020

Venite e vedrete - Gv 1,38-39

Curia Arcivescovile
Ufficio pastorale diocesano

Ai Parroci e Sacerdoti
Religiosi e Diaconi
Arcidiocesi di Otranto
LL.SS:

Carissimi,

il materiale per la Quaresima 2020 ha come centro la dimensione della preghiera, una realtà da riscoprire sempre e da vivere. Lo ‘stare’ con il Maestro attraverso la preghiera ci permette di riavviare un rinnovamento interiore che si traduce anche in una vita secondo il Vangelo.
Ai due discepoli che stavano dietro di lui, il Gesù chiede:
«Che cosa cercate?». Gli risposero: «Rabbì – che significa maestro –, dove dimori?». Disse loro: «Venite e vedrete» (Gv 1,38-39).

La preghiera ci consente di dimorare presso il Signore, abitare la sua casa e lasciarci abitare da lui.
In questo tempo forte, allora, punteremo l’attenzione sulla preghiera per vivere questo incontro con Gesù Cristo e giungere alla Pasqua rinnovati nel cuore e nella vita.

Ecco le proposte degli Uffici per il tempo di Quaresima.

Ufficio catechistico diocesano:
Schede per i centri di ascolto – Quaresima 2020: un percorso sulla preghiera, aspetto fondamentale nella vita del credente e punto di forza del pellegrinaggio quaresimale

Ufficio Liturgico Diocesano
Adorazione della Croce – …Perché non venga resa vana la croce di Cristo

Caritas Diocesana
Materiale e iniziative per la Quaresima di Carità

Ufficio liturgico diocesano – Centro diocesano vocazioni
Adorazione eucaristica – Giovedì Santo 2020
Chiamati a vegliare con il Maestro

Ufficio per la pastorale familiare
Sussidio per la preghiera in famiglia

Ufficio per la pastorale giovanile
Sussidio: #quaresimapasqua2020 per l’accompagnamento spirituale degli adolescenti e dei giovani. Materiali per la GMG 2020 (Otranto, 21 marzo 2020) – consegnato alle parrocchie

Ufficio per la pastorale missionaria
Schede per la giornata di digiuno e preghiera in memoria dei Missionari Martiri
Innamorati e vivi

 

Nell’augurarvi un buon lavoro, vi saluto.

Otranto, 6 febbraio 2020

Don Marcello Mangia

 

 

Laboratorio coppie ferite

Giudizio o Misericordia?

Uno sguardo sula Parola di Dio

Domenica 19 Gennaio si è tenuto, presso l’Oasi di Santa Cesarea Terme, l’incontro per le coppie ferite, a cura dell’Ufficio Pastorale Familiare.

L’incontro ha avuto inizio alle 9:45 , con l’intervento di Don Dario De Pascalis e del dott. Francesco Aprile, counselor. A seguire, dopo una breve pausa, alle ore 11:45 è stata celebrata la Santa Messa.

 

Consulta Diocesana per la Pastorale della Salute

Lui vive e ti vuole vivo!

Appuntamenti 2020

 

In collaborazione con:

AMCI sez. Otranto
A.V.O. di Maglie e di Galatina
CAV e MPV di Noha
U.N.I.T.A.L.S.I. sottorez. di Otranto

 

Il cuore di ogni giovane deve essere considerato ‘terra sacra’, portatore di semi di vita divina e davanti al quale dobbiamo ‘toglierci i sandali’ per poterci avvicinare e approfondire il Mistero (Christus vivit, 67).

Nel mondo di oggi, pieno di progressi, tante di queste vite sono esposte alla sofferenza e alla manipolazione (Christus vivit, 71).

Abusi e dipendenze (droghe, tabagismo, alcool, doping, ludopatia) così come violenza e devianza sono tra le ragioni che portano i giovani in carcere (Christus vivit, 72), privi della propria dignità, salute, libertà. L’ambiente digitale, poi, caratterizza il mondo giovanile e se da un lato Internet e le reti sociali hanno creato un nuovo modo di comunicare e stabilire legami e sono una piazza in cui i giovani trascorrono molto tempo e si incontrano facilmente, dall’altra l’ambiente digitale è anche un territorio di solitudine, manipolazione, sfruttamento e violenza.

I media digitali possono esporre al rischio di dipendenza, di isolamento e di progressiva perdita di contatto con la realtà concreta, ostacolando lo sviluppo di relazioni interpersonali autentiche. Gli spazi digitali ci rendono anche ciechi alla fragilità dell’altro e ci impediscono l’introspezione (Christus Vivit, 87.88.90).

Ora non possiamo essere una Chiesa che non piange di fronte a questi drammi dei suoi figli giovani. Certe realtà della vita, infatti, si vedono soltanto con gli occhi puliti delle lacrime (Christus Vivit, 75.76).

La Pastorale della Salute vuole essere di stimolo affinché ogni comunità cristiana si faccia vicina ad un giovane che soffre per far sentire la tenerezza del Cristo buon samaritano che si china a lenire le ferite, a farsi carico della sua vita per aprirgli solchi di speranza. Gesù si fa presente in queste croci dei giovani, per offrire loro la sua amicizia, il suo sollievo, la sua compagnia risanatrice, e la Chiesa vuole essere il suo strumento in questo percorso verso la guarigione interiore e la pace del cuore (Christus Vivit, 83).

 

Per sostenere la comunità cristiana nell’accompagnamento dei giovani a vivere la vita in piena salute, libertà e dignità si offre:

InVita Giovani: percorso di libertà contro ogni dipendenza

1.1 Giovani e sostante legali e illegali: alcolismo, tabagismo, doping, ludopatia (14 gennaio 2020)

Relatore:

Dott.ss Paola Lanzillotti, Psicologa e Psicoterapeuta Comunità Airone – Trepuzzi (LE)
Dott.ssa Federica Giannaccari, Criminologa.

1.2 Giovani e droghe leggere e pesanti (21 gennaio 2020)

Relatore:

Dott.ss Maria Angela De Pascali, Psichiatra Direttore Medico SERD Copertino (LE) – Campi Salentina (LE) Nardò (LE)
Prof. Dott. Mario Bisconti, Presidente di A.MaRe.D Lecce.

1.3 Giovani e dipendenze (28 gennaio 2020)

Relatore:

Dott.ssa Antonella Giurgola, Direttore USSM – Lecce.

 

2. Convegno Diocesano di Pastorale della Salute: I giovani Interrogano Internet

Maglie – Sala Convegni SS. Medici
6 febbraio 2020 – ore 19:30

Presiede:
Sua Ecc.za Rev.ma Mons. Donato Negro
Arcivescovo di Otranto

Introduce:
Don Francesco Coluccia
Delegato diocesano per la Pastorale della Salute

Modera:
Dott. Antonio Palumbo
Presidente dell’AMCI sez. di Otranto

Relatore:
Prof. Dott. Federico Tonioni
Direttore Istituto di Psichiatria e Psicologia
dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma

 

3. Celebrazione della XXVIII Giornata Mondiale del Malato:

Venite a me, voi tutti che siete affaticati e oppressi io vi ristorerò (MT 11,28)

11 febbraio 2020 a livello parrocchiale.

La S.V. è invitata a partecipare