Archivi della categoria: Centro diocesano vazioni

Preparazione Quaresima 2020

Venite e vedrete - Gv 1,38-39

Curia Arcivescovile
Ufficio pastorale diocesano

Ai Parroci e Sacerdoti
Religiosi e Diaconi
Arcidiocesi di Otranto
LL.SS:

Carissimi,

il materiale per la Quaresima 2020 ha come centro la dimensione della preghiera, una realtà da riscoprire sempre e da vivere. Lo ‘stare’ con il Maestro attraverso la preghiera ci permette di riavviare un rinnovamento interiore che si traduce anche in una vita secondo il Vangelo.
Ai due discepoli che stavano dietro di lui, il Gesù chiede:
«Che cosa cercate?». Gli risposero: «Rabbì – che significa maestro –, dove dimori?». Disse loro: «Venite e vedrete» (Gv 1,38-39).

La preghiera ci consente di dimorare presso il Signore, abitare la sua casa e lasciarci abitare da lui.
In questo tempo forte, allora, punteremo l’attenzione sulla preghiera per vivere questo incontro con Gesù Cristo e giungere alla Pasqua rinnovati nel cuore e nella vita.

Ecco le proposte degli Uffici per il tempo di Quaresima.

Ufficio catechistico diocesano:
Schede per i centri di ascolto – Quaresima 2020: un percorso sulla preghiera, aspetto fondamentale nella vita del credente e punto di forza del pellegrinaggio quaresimale

Ufficio Liturgico Diocesano
Adorazione della Croce – …Perché non venga resa vana la croce di Cristo

Caritas Diocesana
Materiale e iniziative per la Quaresima di Carità

Ufficio liturgico diocesano – Centro diocesano vocazioni
Adorazione eucaristica – Giovedì Santo 2020
Chiamati a vegliare con il Maestro

Ufficio per la pastorale familiare
Sussidio per la preghiera in famiglia

Ufficio per la pastorale giovanile
Sussidio: #quaresimapasqua2020 per l’accompagnamento spirituale degli adolescenti e dei giovani. Materiali per la GMG 2020 (Otranto, 21 marzo 2020) – consegnato alle parrocchie

Ufficio per la pastorale missionaria
Schede per la giornata di digiuno e preghiera in memoria dei Missionari Martiri
Innamorati e vivi

 

Nell’augurarvi un buon lavoro, vi saluto.

Otranto, 6 febbraio 2020

Don Marcello Mangia

 

 

Centro diocesano vocazioni

Itinerario operatori pastorali 2019

Una chiesa amica che accompagna i giovani nella scoperta della loro vocazione

Ripartono gli incontri con gli operatori pastorali organizzati dal Centro Vocazioni, che si terranno a Maglie presso la parrocchia Immacolata dalle ore 20:30 alle 21:30.

Mercoledì 30 ottobre 2019 – don Giuseppe Mengoli, vicario generale

Una pastorale creativa per una Chiesa generativa

La pastorale generativa (o d’engendrement) consiste, in generale, in una nuova forma di animare i modelli pastorali già esistenti e di innescare un nuovo stile di vita e di azione, ispirato al vangelo, una maniera nuova d’esere ed entrare in relazione, nell’ambito di un mondo in continua trasformazione, non più cristiano, bensì secolarizzato e post-moderno. Questo modo di considerare la cultura odierna non si nutre di nostalgia e non si sviluppa in termini di stallo e di crisi  e, di conseguenza, non è segnato da disfattismo pastorale, bensì risulta propositivo e creativo, mediante l’invenzione di un modello a partire dalla situazione culturale, come si è fatto in altre epoche della storia. Prende le mosse a partire dalla cultura di oggi nella sua totalità e non a prescindere da essa o, peggio ancora, svalutandola.

 

Lunedì 2 dicembre 2019 – dott. Francesco Aprile, formatore e counselor

Narrare e narrarsi: evangelizzare con stile narrativo

Le storie uniscono il passato, il presente e il futuro in un modo che ci racconta dove eravamo (anche prima della nascita), dove siamo e dove stiamo andando. Le nostre storie insegnano che esiste un posto per noi, in cui c’inseriamo. Suggeriscono che la nostra esistenza può avere una trama. Le storie trasformano la mera cronologia, una pura successione di eventi, nell’azione accorta di un intreccio e pertanto in significato (D.Taylor). Per questo ogni storia di ogni persona è degna d’esser raccontata, anzi, ogni storia vocazionale è degna d’essere raccontata, sarebbe un peccato perderla: nessuno può pensare di non aver nulla da raccontare, o molto poco di sé che sia degno d’esser narrato, né mettersi a tagliare ed eliminare segmenti interi del proprio vissuto. Ed è proprio nella capacità di narrarsi che si dischiude il segreto dell’evangelizzazione.

 

Lunedì 2 marzo 2020 – don Quintino Venneri, direttore reg. ufficio vocazioni

Monistero dell’accompagnamento e del discernimento

In una società a-decisionale come quella di oggi, che scoraggia le scelte e dichiara impossibili quelle per sempre, questa educazione alla scelta e alla capacità di scelta si pone come obiettivo fondamentale. Essa suppone dunque la presenza nella Chiesa di fratelli e sorelle in grado di esercitare un ministero specifico e una preparazione adeguata: il ministero del discernimento. Quanto bisogno c’è nella Chiesa di questo ministero! Di fatto la direzione spirituale, o l’accompagnamento nella fede e al suo interno un cammino di apprendimento della capacità di discernere offrirebbero la possibilità di un rapporto personale, condizione fondamentale per fare animazione vocazionale. Si avverte per questo la necessità di coinvolgere sacerdoti e laici nei cammini formativi con una particolare attenzione alle coppie/famiglie e alla valorizzazione delle figure femminili: possono divenire una grande risorsa educativa.

 

Scarica il materiale informativo.